Le disgrazie del libro in Italia

«Il testo che avete tra le mani è stato pubblicato nei primi anni Cinquanta del Novecento. A quell’epoca l’autore, Giovanni Papini, era un anziano scrittore, appesantito da una conversione che rendeva la sua prosa piuttosto didattica e polverosa: quanto di più lontano da questo pamphlet ironico, frizzante, pieno di buon umore. Possibile quindi immaginare che fosse stato scritto molti anni prima, magari ai tempi della Prima guerra mondiale, quando Papini era futurista arrabbiato. Tanto non c’era una riga da cambiare: gli italiani del secondo dopoguerra leggevano pochissimo, esattamente come i loro predecessori. Mutavano i tempi, i governi, perfino la forma dello Stato, ma il rapporto della gran parte degli italiani con i libri e gli scrittori restava uguale: inesistente, o al più di grande diffidenza» (dalla Prefazione di Andrea Kerbaker).

Il libro non è al momento disponibile


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...