Il libro. Il testo che avete tra le mani è stato pubblicato nei primi anni Cinquanta del Novecento. A quell’epoca l’autore, Giovanni Papini, era un anziano scrittore, appesantito da una conversione che rendeva la sua prosa piuttosto didattica e polverosa: quanto di più lontano da questo pamphlet ironico, frizzante, pieno di buon umore. Possibile quindi immaginare che fosse stato scritto molti anni prima, magari ai tempi della Prima guerra mondiale, quando Papini era futurista arrabbiato. Tanto non c’era una riga da cambiare: gli italiani del secondo dopoguerra leggevano pochissimo, esattamente come i loro predecessori. Mutavano i tempi, i governi, perfino la forma dello Stato, ma il rapporto della gran parte degli italiani con i libri e gli scrittori restava uguale: inesistente, o al più di grande diffidenza.
L’Autore. Giovanni Papini è stato uno scrittore italiano di origini fiorentine. Fu parte viva del movimento letterario, filosofico e politico, che ai primi del Novecento promosse da Firenze lo svecchiamento della cultura e della vita italiana. Tra i fondatori delle riviste Leonardo (1903) e Lacerba (1913), concepì la letteratura come “azione” e diede ai suoi scritti un tono oratorio e dissacrante. Tra le opere più note si ricordano: l’autobiografia Un uomo finito, il saggio Stroncature, le prose liriche Giorni di festa (1918). La sua opera, già pubblicata quasi interamente dall’editore Vallecchi, è stata raccolta in dieci volumi (1959-66) dei “Classici contemporanei italiani” dell’editore Mondadori.
Procedi all’acquisto cliccando qui (anche se nel link si fa riferimento a una edizione precedente, il cliente riceverà l’edizione riportata correttamente su questa pagina del sito della LB edizioni)  

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...