UN SINDACO CON I BAFFI

Sabino Fiorese nasce a Grumo qualche anno prima dell’Unità d’Italia, nel regno di Ferdinando II Re di Napoli e delle due Sicilie, e muore a Bari in pieno regime fascista nel 1935 attraversando e partecipando al divenire del Regno d’Italia e alla nascita del ‘nuovo borgo’ contribuendo attivamente alla vita culturale, sociale, amministrativa e soprattutto alla formazione di una generazione di commercianti che, a cavallo fra Ottocento e Novecento, hanno reso ricca e famosa in tutta l’Europa la città, chiamata Regina delle Puglie. Fiorese divenne sindaco di Bari nel 1912, ma ebbe la ventura di ‘scontrarsi’, politicamente, con un uomo più influente di lui, il presidente della Camera di Commercio Antonio De Tullio, che in una città ad alto reddito commerciale, perfino il sindaco era meno autorevole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star