Vito Sangirardi

«Negli anni complessi del secondo dopoguerra, si assisteva su tutto il territorio nazionale a una trasformazione urbanistica e quindi a una nuova cultura architettonica. L’immagine di Bari, che tra gli anni ‘50 e ‘70 si espandeva oltre la linea ferroviaria, verso le periferie, appariva segmentata e frazionata soprattutto nei quartieri Murattiano, Libertà e Madonnella radicati ai canoni del classicismo e dell’eclettismo. Dilagava sia nelle nuove costruzioni che nei fabbricati riedificati il modernismo e il razionalismo consentendo il tramonto di quell’aspetto nostalgico della città legata al suo “borgo antico” lambito dal mare. In questa stagione spiccavano alcune personalità come l’architetto Vito Sangirardi che, attraverso le svariate tipologie edilizie, dimostrava, non privo di senso artistico acquisito dalla frequentazione dell’Accademia delle Belle Arti e dal corso di laurea in Architettura a Napoli, come si possa fare una “buona” architettura. In questo volume sono raccolti i tanti schizzi preparatori dei fabbricati realizzati dal Sangirardi a Bari, a Trani e in altre località pugliesi, gelosamente conservati nell’Archivio di famiglia che esprimono al meglio l’idea progettuale riservata a ogni manufatto» (dalla Prefazione di Antonella Calderazzi).

Acquistalo subito CLICCANDO QUI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...