La Carta della Foresta

Concessa il 6 novembre del 1217 da Enrico III «by grace of God, king of England, lord of Ireland, duke of Normandy, Aquitanie and count of Anjou» la Carta della Foresta, di poco posteriore alla Magna Carta di Giovanni Senzaterra, è un documento di grande importanza. Come spiega il prof. Alfredo Calderale, autore del presente saggio, esso restituiva a tutti gli uomini liberi – un’espressione che Mark Twain avrebbe irriso – cioè a coloro che appartenevano alle classi sociali al di sopra dei servi della gleba, il diritto di usare le risorse delle foreste, una delle massime fonti di ricchezza dell’epoca, che i re, a partire dai tempi della conquista normanna, avevano pesantemente limitato con la creazione delle royal forests.

In attesa della edizione aggiornata


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...