Shakespeare in America

Per molti di coloro che si insediarono nei primi avamposti atlantici agli inizi del Seicento il teatro era parte di un’eredità nazionale. L’Inghilterra fondava le prime colonie americane negli stessi anni in cui William Shakespeare era all’apice del successo. Ci vorrà quasi un secolo, però, prima che le sue opere raggiungano il nuovo mondo, guadagnando un posto tra gli scaffali delle biblioteche e sulle assi del palcoscenico. Il saggio di Cristina Consiglio, docente di Letteratura teatrale europea e americana all’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, ripercorre la storia delle prime edizioni shakespeariane e degli esordi delle prime compagnie teatrali giunte oltreoceano e ricostruisce le fasi iniziali del tormentato amore tra l’America e il Bardo: un amore che riuscirà a sciogliere ogni riserva, dando piena legittimità al teatro e ai suoi attori grazie all’impegno di chi, come Edwin Booth (1833-1893), consacrerà la propria vita al genio shakespeariano sia sulla scena che sulla pagina
***
Il volume è disponibile presso la libreria Bari Ignota di Bari (via de Rossi, 183). Per effettuare un ordine basta inviare una mail a luigibramato@lbedizioni.it o telefonare in casa editrice al numero 349.8417932.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...